Dipendente o Imprenditore?

Hai un buon lavoro, uno stipendio soddisfacente, una vita tranquilla ma c’è sempre qualcosa che non ti torna.  Sei un lavoratore dipendente, ma vorresti fare l’imprenditore.

Fermati.

Rifletti bene.

Ti sei mai chiesto cosa serve per fare il salto da dipendente a imprenditore? Ci vogliono alcuni cambiamenti chiave nelle mentalità, nelle abitudini e nei livelli di comfort, con conseguenti differenze fondamentali tra i tipi di persone che crescono come dipendenti e quelle che riescono come imprenditori.  La differenza tra questi due tipi di persone non è sempre chiaramente definita.

 

 

Qualche domanda per te.

  1. Sei in grado di sacrificare il tuo tempo e il tuo denaro per costruire l’impero dei tuoi sogni? O sei preoccupato per il tuo stipendio mensile solo?

2. Stai lavorando per un’azienda con l’intenzione di iniziare qualcosa da solo? O stai lavorando per una società con l’intenzione di acquisire una posizione permanente?

3. Esprimi la tua opinione in una conversazione? O abbassi la testa e seguite le istruzioni ciecamente?

Ci sono due tipi di lavoratori in qualsiasi organizzazione:

  • lavoratori con una mentalità dipendente;
  • lavoratori con una mentalità imprenditoriale.

Alcune persone si circondano con le scadenze previste. Alcune persone preferiscono lavorare sui loro obiettivi futuri previsti. Non importa se stai lavorando per un’azienda o meno. Quello che conta di più è la tua mentalità.

Quindi, quali sono alcune differenze fondamentali tra dipendenti e imprenditori?

  1. I dipendenti cercano la direzione; gli imprenditori creano un percorso.
  2. I dipendenti fanno; gli imprenditori ascoltano.
  3. I dipendenti rischiano meno; gli imprenditori vivono per farlo.
  4. I dipendenti sono spesso specialisti; gli imprenditori sono generalisti.
  5. I dipendenti vengono pagati per il lavoro svolto; gli imprenditori per i risultati.
  6. I dipendenti amano le vacanze perché hanno il giorno di riposo; gli imprenditori perché possono lavorare tutto il giorno con poche interruzioni.
  7. I dipendenti apprezzano un lavoro a tempo indeterminato; gli imprenditori sanno apprezzare anche l’incertezza lavorativa.
  8. I dipendenti seguono le regole; gli imprenditori le rompono.
  9. I dipendenti sono responsabili di alcune decisioni; gli imprenditori lo sono di tutte.
  10. I dipendenti eseguono i compiti; gli imprenditori pianificano.
  11. I dipendenti lavorano ad un programma; gli imprenditori creano i propri.
  12. I dipendenti lavorano sempre; gli imprenditori stanno sempre vendendo.
  13. I dipendenti possono godere di più interazione sociale; gli imprenditori spesso lavorano in solitudine.
  14. I dipendenti non amano il fallimento; gli imprenditori lo abbracciano.

 

E tu, cosa sei? Dipendente o imprenditore?